Mi chiamo Lidia Calvano, ho 52 anni, e vivo a Roma.

Sono medico e psicoterapeuta, e sono anche altre decine di cose, come tutti. Non mi sento definita da una professione, uno stato civile, una convinzione, un sogno.

Per nove decimi della mia vita ho cercato di conciliare interessi inconciliabili, rincorso coerenze inesistenti, negato contraddizioni evidentissime.

Poi ho smesso di voler essere una cosa soltanto. Ho riunito due blog in uno, e fatto pace col fatto che per stare bene devo sentirmi libera di esplorare ciò che mi incuriosisce, e lasciarlo perdere quando smette di stimolarmi.

Mi piacerebbe avere la leggerezza di una farfalla, ma il cammino è ancora lungo. Per ora mi accontento di essere diventata un ippopotamo, dopo una vita da macigno.

La strada che fa una persona non si giudica dai traguardi che raggiunge, ma da quanto lontano era partita.