Il colore del grano

…..
“Ma piangerai!” disse il piccolo principe
“E’ certo” disse la volpe
“Ma allora che ci guadagni?”
“Ci guadagno” disse la volpe, “il colore del grano”.

Non bisognerebbe mai rimpiangere di aver amato.

Quando non siamo innamorati, è molto difficile apprezzare il colore delle cose. Il loro sapore. Il loro profumo. Ci riescono alcune fortunate persone, alcuni sopravvissuti, che in cambio di grandi danni personali hanno avuto il dono di poter generare la gioia dentro di sé. Ma di questi eroi parleremo in una sede tutta per loro. Per noi mortali fortunatamente normali, uno stato di grazia che ci concili con il mondo ed i nostri simili si attiva solo quando siamo innamorati. Del nostro partner, di un figlio, di un lavoro, di un interesse, purché si generino dentro di noi quella forza, quell’energia e quell’entusiasmo in grado di farci muovere contro ogni ostacolo, e di vedere il lato positivo di ogni situazione.

Una cara amica, alla quale in un momento di “bassa” chiesi cosa mi avrebbe augurato, ci pensò un po’ su e mi rispose: ”Ti auguro di vivere come se tu avessi una grande passione”.

Pensate che meraviglia, svegliarsi ogni mattina come quando siamo nel pieno di un innamoramento, con quella grinta, quella sensazione di avere il mondo in mano, quella voglia di vivere…

Pensate invece come tutto cambia, quando una storia d’amore finisce.

Il vuoto, dentro. Il grigio. Le emozioni che non si sa più dove siano andate a finire. Manca una buona ragione per andare avanti. Poi in genere ci si riprende, affidati alla routine e al grande sciamano Tempo, ma fino a che l’amore non farà di nuovo capolino nella nostra vita, è come vivere in un film in bianco e nero.

Eppure, quasi tutti hanno la necessità di parlare male e di pensare peggio dei loro passati amori. Quando si chiede a qualcuno cosa gli abbia lasciato di buono la più recente storia affettiva finita, le risposte sono spesso riferite a cose concrete, o all’essere diventati più esperti e meno creduloni (come fosse una dote), ma nessuno ha mai un pensiero di gratitudine per un amore concluso. Dimentichiamo in fretta la felicità che ci aveva portato, oppure il suo pensiero diventa intollerabile, in un momento in cui occorre scavare la fossa e gettarvi dentro il passato in blocco. Peccato che buttando via tutto, anche i ricordi della nostra trascorsa felicità, saremo ancora più tristi e sconsolati, oltre a darci degli idioti perché siamo stati tanto tempo insieme alla persona sbagliata.

Sarà, per la questione della blindatura degli stati mentali, che le emozioni di un innamorato le possiamo concepire e ricordare solo da innamorati; ma, anche se il colore del grano non possiamo portarcelo appresso, sarebbe bello poter conservare almeno il ricordo che esso esiste, nell’intervallo tra un amore e l’altro.

Annunci