L’ora più buia

“L’ora più buia è sempre quella che precede l’arrivo del sole.” P. Coelho

Permettetemi, è una grande stupidaggine, una furbata letteraria a effetto. Siamo uomini, mica pianeti. Chi ci garantisce che domani nella nostra vita sorga il sole della fortuna, della gioia, del sollievo?

ora buiaL’ora più buia è quella in cui siamo in mezzo al guado, quando il ricordo dell’ultima gioia provata è troppo lontana ormai per rischiaraci l’animo, e l’orizzonte di ogni speranza ancora fuori dalla nostra portata visiva.

Nessuno, in quel pericoloso e angosciante braccio di mare, ci garantisce che toccheremo un giorno terra, e che l’alba seguirà alla notte. Siamo soli come non mai, della solitudine più tetra e fredda che sia concesso provare a un essere umano.

Cosa possiamo fare in quei momenti?

Pensare ad esempio che siamo marinai, non naufraghi. Che il timone della nostra vita lo abbiamo sempre nelle nostre mani, che qualche margine di decisione lo manteniamo, e che non è vero che siamo gusci di noce in balia degli elementi. la-zattera

Andiamo avanti, dunque, al meglio che sappiamo, perché se salvezza c’è sarà davanti a noi e non dietro. Non possiamo controllare tutte le correnti né i fortunali, ma conosciamo noi stessi e la nostra imbarcazione, e non è poco.

Sappiamo come nutrire la nostra anima, sappiamo in quale angolo del cuore c’è una ragione per non arrenderci, sappiamo quale sogno accarezzare a occhi aperti per non sentire la fame e la sete, e conosciamo in che pensieri cullare la nostra mente perché scivoli in un sonno sereno, nonostante tutto.

Possiamo sempre, in ogni condizione, resistere, andare avanti meglio che possiamo, scrutare l’orizzonte incessantemente alla ricerca di un’opportunità.william-turner-pescatori-in-mare-particolare_14

Nessuna battaglia è perduta fino a che la stiamo ancora combattendo.

Annunci